Esami diagnostici per l’infertilità

In Svizzera, una coppia su sei ha problemi di infertilità. In circa il 40% dei casi, la causa risiede nella donna, nel 40% nell’uomo e nel restante 20% si parla di sterilità combinata. Così come la donna si sottopone ad accertamenti presso il proprio ginecologo, anche l’uomo dovrebbe approfondire la questione rivolgendosi a un andrologo.

Le cause alla base della subfertilità maschile sono molteplici. Possono essere genetiche, legate ad es. alla sindrome di Klinefelter o a delezioni del cromosoma Y, o acquisite, ad es. a seguito di un’infiammazione dei testicoli, di una torsione testicolare o di una malattia venerea, ma anche congenite, come nel caso del criptorchidismo. Spesso anche il varicocele (presenza di vene varicose nel testicolo) può essere responsabile di una fertilità limitata.

 

Spettro di analisi

  • Spermiogramma
  • Esami microbiologici (spermiocoltura)
  • Controllo della vasectomia

 

Spermiogramma

In presenza di uno spermiogramma anomalo, l’infertilità è più frequentemente attribuibile all’uomo.
Con lo spermiogramma si analizzano la concentrazione, la morfologia e il numero totale di spermatozoi, la loro vitalità e motilità, i leucociti e gli autoanticorpi. Il referto viene interpretato secondo i valori di riferimento dell’OMS e i dati anamnestici raccolti in precedenza.

 

Esami microbiologici (spermiocoltura)

Oltre ai disturbi funzionali legati alla costituzione, a fattori psicosociali, allo stile di vita, agli influssi dell’ambiente e a disfunzioni ormonali, le malattie a trasmissione sessuale sono una causa particolarmente frequente dell’infertilità. Si consiglia, unitamente allo spermiogramma, di effettuare sistematicamente anche un esame microbiologico che comprende i seguenti test:

  • Esame batteriologico generale
  • Mycoplasma/ureaplasma
  • Ricerca diretta di Chlamydia trachomatis (PCR)

 

Controllo della vasectomia

Salvo diversamente disposto dal medico, consigliamo di effettuare il primo controllo a circa 12 settimane dall’intervento chirurgico e dopo almeno 30 eiaculazioni.

Il liquido seminale viene analizzato nella sua forma nativa e dopo centrifugazione. Se viene rilevata ancora la presenza di spermatozoi, vengono eseguiti sia un test di vitalità che la determinazione della concentrazione spermatica.

Ai fini del controllo della vasectomia non è necessario osservare alcuna astinenza sessuale e il liquido seminale non deve essere consegnato immediatamente dopo la raccolta. Non serve nemmeno fissare un appuntamento.

Informazioni importanti per il paziente!

Prestate attenzione alle seguenti informazioni riguardo allo spermiogramma e alla vasectomia.

 

Spermiogramma

Fissate con noi una data di consegna.

Preparazione
Ai fini dell’esame occorre avere l’ultima eiaculazione 3–5 giorni prima dell’appuntamento.

Raccolta del campione
Raccogliere l’intero liquido seminale direttamente nel contenitore sterile da noi fornito e consegnarlo al laboratorio entro 45 minuti. Qualora non fosse possibile, si può produrre un campione di sperma direttamente al laboratorio (è prevista un’apposita stanza).

  • Prima della raccolta, lavarsi accuratamente le mani e i genitali esterni
  • Non utilizzare protezioni, contraccettivi o lubrificanti!

Vasectomia

Raccogliere l’intero liquido seminale direttamente nel contenitore sterile da noi fornito e consegnarlo al laboratorio la mattina stessa.

  • Prima della raccolta, lavarsi accuratamente le mani e i genitali esterni
  • Non utilizzare protezioni, contraccettivi o lubrificanti!
  • Non è necessario prendere appuntamento né osservare un periodo di astinenza

Persone di contatto

Responsabile

Dott.ssa rer. hum. biol. Ute Wiedemann

Genetica, diagnostica prenatale, diagnostica dell’infertilità (FAMH)

Marija Cesar-Özpamir - medica

Vice responsabile

Dott.ssa rer. nat. Marija Cesar-Özpamir

Biologa Dr FAMH-Ematologia

Diese Webseite verwendet Cookies, um bestimmte Funktionen zu ermöglichen und das Angebot zu verbessern. Indem Sie hier fortfahren, stimmen Sie der Nutzung von Cookies zu. Mehr Informationen